Video and Audio

Anniversario del discepolato di Swamiji

Il discepolo ideale, come Arjuna nella Bhagavad Gita, non è un seguace passivo senza cervello, ma piuttosto un devoto riflessivo che ha un appassionato desiderio di conoscere la verità e che pone domande sincere, al fine di approfondire la sua comprensione. Si sintonizza alla coscienza del suo Maestro e, attraverso un processo di “osmosi intuitiva”, attira la conoscenza che apre la porta alla realizzazione del Sé. In tutto ciò che fa, mette da parte il suo ego e diventa un canale. Possiamo tutti diventare discepoli ideali, lasciandoci ispirare dalla vita di Swami, dedicata totalmente a servire Dio ed il Guru. Uniamoci per riflettere sulla sua vita come discepolo e onarare il suo esempio ispirante.
“Possiamo trovare gli insegnamenti spirituali nei libri, ma ciò che i grandi maestri portano, in realtà è la loro coscienza. Come discepoli, dobbiamo cercare di sintonizzarci con la coscienza del Maestro, con la sua presenza e la sua guida amorevole in ogni atto della nostra vita.”
Swami Kriyananda: Il discepolato, la divina storia d'amore.