Ecco alcuni pensieri di Paramhansa Yogananda, che evidenzano come la pace sia un aspetto del nostro Sé superiore che bisogna coltivare nella vita interiore e domestica, prima che possa manifestarsi sulla terra. Se riusciamo a prendere a cuore queste ispirazioni e a metterle in pratica, ciascuno a proprio modo, allora, tutti insieme, possiamo creare il magnetismo che contribuisce a creare la pace nel mondo, indipendentemente da dove ci troviamo su questo pianeta.

No a molteplici attività contemporaneamente:

Coltiva l’equilibrio emotivo. Per vincere l’irrequietezza, inizia con la ferma determinazione a svolgere ogni lavoro al momento giusto, senza inutili agitazioni o irritazioni, senza appesantire la tua mente con domande futili. Limita i tuoi pensieri al compito da svolgere. Lascia andare l’attività appena completata e lascia spazio all’attività successiva. Se hai affidato a qualcun altro parte del tuo lavoro, allontana quella parte dalla tua mente…

Controlla il processo reattivo:

Tieniti pronto a reagire con tranquillità, invece che con irritazione, agli incidenti ordinari della vita. Se non pratichi questa abitudine, ci saranno dei pericoli per te. Non sarai in grado di entrare in sintonia con la realtà – con la Verità Cosmica. Come puoi conoscere la Realtà, l’ordine eterno dell’universo, se non impari a calmarti?

Pratica apprezzamento e gratitudine:

Se mediteremo sulle nostre benedizioni, su ciò per cui dobbiamo essere grati, piuttosto che sulle prove, sui mali e sulle preoccupazioni che ci assalgono o ci turbano, inizieremo a conoscere Dio. La migliore e più alta ricompensa, nella nostra vita come Coscienza di Dio, è la realizzazione di una felicità incessante, che chiamiamo “Pace” o “Beatitudine“.

Gestione del tempo spirituale:

Se vuoi ottenere una perfetta pace e tranquillità, stai il più possibile per conto tuo. Questo non significa che non devi frequentare i tuoi amici e le altre persone, ma è risaputo che una grande quantità di tempo prezioso viene sprecata in chiacchiere oziose e contatti inutili, che si traducono solo in irrequietezza e nervosismo. Evita di perdere tempo.

L’importanza della meditazione:

Dio può essere trovato solo attraverso la tecnica della meditazione. Allora pulsa come gioia nella tua mente, come gioia nel tuo cuore. Sarai quindi più attivo e avrai maggior successo.
Prima di ogni meditazione quotidiana ripeti la seguente preghiera: “Padre celeste, benedici la mia comprensione, benedici i miei pensieri, benedici la mia attività e benedicimi affinché possa usare il discernimento divino che conduce rapidamente a Te!

Paramhansa Yogananda, domande e risposte Peace&Quiet, articolo pubblicato nel 1940, traduzione di Giuseppina Cerscimanno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.