Viviamo in tempi di grande confusione. Bombardati da informazioni contrastanti, tutte presentate come verità, quando spesso sono solo un’opinione o una speculazione basata su fatti confusi. È come una scena di un film comico che ho visto qualche anno fa, in cui Robin Hood vede il suo compagno Blinking, che era cieco, fare il suo turno sulla torre di guardia:

“Blinking, cosa stai facendo lassù?”.

“Indovinando?” arrivò la risposta “Indovino che non stia arrivando nessuno”.

“Pensieri e sentimenti torbidi producono caos, sia interiormente che esteriormente”. Disse Swami Kriyananda. Non sembra una descrizione accurata del mondo di oggi?

Spesso ci immergiamo con la nostra mente razionale, cercando di “scoprire” quale sia la verità, cercando di trovare la giusta soluzione al problema sulla base di un mare di fatti contrastanti.

Per trovare la verità, per trovare la chiarezza, non possiamo contare sullo “scoprire” fuori di noi. Dobbiamo “capirlo dentro”. È il nostro livello di coscienza che deve cambiare se vogliamo sviluppare e vivere la chiarezza. Affidarsi alla mente razionale è un affare ingannevole nel migliore dei casi. Oltre ad essere limitata alla nostra esperienza passata e ai fatti che già conosciamo, è sempre incerta, insicura e quasi irrimediabilmente vacillante. “Forse dovrei lasciare quel lavoro per questo. Certamente non mi soddisfa. Beh, d’altra parte, è molto comodo e vicino, e non paga neanche male” e così via.

La chiarezza viene dalla sintonia consapevole con la Supercoscienza. Il contatto con essa ci dà la capacità di vedere le cose chiaramente, in relazione tra loro e a Dio, guardando la vita come dall’alto.

Swami ha definito la chiarezza in questo modo:
“Chiarezza cristallina significa vedere se stessi, e tutte le cose, come aspetti di una realtà più grande; cercare di entrare in sintonia cosciente con quella realtà; e vedere tutte le cose come canali per l’espressione di quella realtà.”

Sapere chi siamo, per cosa siamo qui, e come rispondere alle nuove sfide che la vita ci presenta mentre andiamo verso un periodo di grande cambiamento ed espansione sta diventando sempre più importante.
Ciò di cui abbiamo bisogno sono nuove soluzioni a nuovi problemi; modi di applicare la sintonia con la Supercoscienza alle nostre realtà quotidiane in modo pratico. Soluzioni alle sfide di oggi.

Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarvi a farlo:

  • Vai alla Fonte – Tutti sappiamo quanto sia importante avere la giusta fonte di informazioni. Invece di scegliere una fonte, scegli la Fonte: sviluppa un contatto diretto con Dio nella meditazione e rendi questo la tua base per prendere decisioni nella tua vita. Se hai già una pratica spirituale, cerca modi per approfondirla: c’è un modo per renderla più profonda? Puoi meditare più a lungo? Può diventare una priorità maggiore nella tua vita?
  • Chiedi la guida – Yogananda ha dato una tecnica che puoi usare per chiedere la guida intuitiva in cui tieni una domanda in alto nella calma presenza dell’occhio spirituale e poi senti la risposta nel chakra del cuore. Usala! Ogni giorno! Alla fine della meditazione, chiedi guida su qualcosa che non ti è chiaro, dove non sai come rispondere. Usala anche durante il giorno quando ne hai l’opportunità.
  • Pratica quando è facile – Non aspettare un momento particolarmente difficile per chiedere guida e chiarezza. Più sviluppi l’abitudine di chiedere la guida, più la Supercoscienza fluirà naturalmente nella tua vita e più facile sarà sentirla nei momenti di grande bisogno.
  • Fai la domanda giusta – Definire chiaramente il problema è metà della soluzione. Spesso ci confondiamo perché continuiamo a fare la domanda sbagliata. Cosa sento che Dio vuole che io faccia? Fare questo mi aiuterà ad andare in quella direzione? In che modo questa decisione influenzerà ciò per cui sono veramente qui? Mi aiuterà a crescere, ad espandermi, a servire gli altri, a fare il mio dovere? Farsi la domanda giusta cambierà la nostra prospettiva e la risposta arriverà.
  • Chiarezza delle priorità – Abbiamo meno probabilità di diventare confusi se manteniamo chiare le nostre priorità. Se la tua priorità è il tuo lavoro, agisci in un certo modo, se è la tua famiglia, in un altro, se è la pace interiore ancora un altro. Il modo in cui rispondi a una situazione potrebbe essere lo stesso, ma avrai più facilmente la chiarezza sul perché e anche su come rispondere.
  • Tieniti aperto alla Supercoscienza – La guida intuitiva non sempre arriva in meditazione. Cerca di avere dei momenti in cui contatti quel centro di calma divina durante il giorno, nelle tue attività quotidiane, anche se per pochi secondi o minuti alla volta. In questo modo rimani ricettivo per vedere se la tua guida interiore è confermata dalla realtà oggettiva o se è stata un’immaginazione.
  • Calma i sentimenti del tuo cuore – Swami Kriyananda lo ha espresso perfettamente: “La chiarezza non può essere raggiunta finché le emozioni sono disturbate. Per raggiungere la calma, non è sufficiente pensare alla via d’uscita dai propri disturbi… Il sentimento di calma richiede che tu ti sia stabilito nel tuo proprio centro, senza saltelli erranti verso la sua periferia”.
  • Concentrati – Se vogliamo chiarezza, dobbiamo imparare a concentrarci. Prova a fare una cosa alla volta, concentrati su un progetto o un compito alla volta e vedrai la chiarezza entrare nella tua vita.
  • Aumenta il tuo livello di energia – Hai mai visto un film dove la luce del proiettore era davvero fioca per qualche motivo? O lavorato su un computer portatile in modalità di risparmio della batteria? La luce fioca rende difficile vedere le cose chiaramente. È lo stesso con il nostro livello di energia. Più energia abbiamo e più questa fluisce al cervello, più chiaramente pensiamo e sentiamo.
  • Concentrati nel punto tra le sopracciglia – Il lobo frontale del cervello è la sede della Supercoscienza, la sede della concentrazione e anche la sede della chiarezza. Cerca di tenere la tua mente lì durante il giorno il più possibile. È un modo per sviluppare la chiarezza e, come disse Yogananda, “fare rapido progresso spirituale”.
  • Approfondire la nostra sintonia con la Supercoscienza cambierà certamente la nostra vita e porterà più chiarezza alla nostra mente, ma può anche cambiare il mondo. Come disse Swami Kriyananda: “La chiarezza dovrebbe essere il nostro tentativo deliberato di offrire al mondo ciò che possiamo. Più chiari siamo, soprattutto nel sentire, più tutto ciò che facciamo cambierà gli altri”.

One Comment

  1. Grazie ARUDRA, sei un dono di DIO e del MAESTRO. Grazie veramente di cuore. Un abbraccio fortissimo a Mahyia. 🙏🙏🙏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *