Yogananda suggerisce di fare questo esercizio per guarire qualunque parte del corpo:

Inspira, trattieni il respiro, quindi, senti il respiro nei polmoni che si trasforma in energia. Visualizza quell’energia che rafforza l’energia nel midollo allungato. Quindi, concentrati sul punto tra le sopracciglia e porta lì tutta la tua energia, percependola come una forza calda. Quindi, dirigi l’energia da lì verso la parte ammalata, sentendo che quel potere sta distruggendo completamente la malattia.

Ora, tenendo sempre presente che l’energia divina è una manifestazione di Dio e che, quindi, è onnisciente, onnipotente e risanante e che opera su livello fisico, mentale e spirituale, approfondiamo l’esercizio di Yogananda portando l’energia divina in tutto il corpo.

Riempiamolo come se fosse un vaso, dal basso verso l’alto, colmando di luce, rivitalizzando e risvegliando le cellule di muscoli, tendini, legamenti, cartilagini, ossa, il midollo dentro le ossa, vasi sanguigni, globuli rossi e bianchi, plasma, vasi linfatici e linfa, pelle, insomma, ogni singola cellula, di piedi, polpacci, di ginocchia, cosce.

Ora portiamo la luce divina in tutti gli organi interni dell’addome e del tronco, includendo tutte le ghiandole, visualizzandoli uno a uno riempirsi di luce risanante. Continuiamo a salire portando la luce fino alle spalle, facendola scendere alle braccia e alle mani, al collo e alla gola, alla testa.

Qui illuminiamo gli occhi, le orecchie, il naso, il cavo orale, infine il cervello. Qui vediamo che la luce penetra profondamente nelle cellule cerebrali armonizzandole, allontanando pensieri di ansia, paura, coscienza di imperfezione e di malattia, sostituendoli con pensieri di coraggio, forza, fede, coscienza di perfezione e di buona salute.

Ora vediamo che la luce, che ha saturato il nostro corpo, “spinge” fuori ogni disarmonia su tutti i livelli e irradiamo quella luce tutt’intorno, nell’ambiente circostante.

Rimaniamo in quella luce per qualche minuto, sentendola agire profondamente su tutti i livelli e, allo stesso tempo mentalmente affermiamo per tre o più volte, con concentrazione e potere:

Io sono sano perché Dio è in me

Per finire possiamo inviare quella luce a qualcuno che ne ha bisogno e a tutto il pianeta.

2 Comments

  1. Grazie ,Che esercizio meraviglioso!!! ,da fare per essere ,sempre in contatto col nostro Sè superiore e far fluire l’Energia Divina dentro di noi fuori di noi e intorno a noi e stare sempre in uno stato di grazia in sintonia con la Natura!
    Grazie Clarita per aver condiviso questo dono prezioso ,che purifica corpo, mente e spirito,
    con infinita gratitudine ,
    Anna Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *